Il tema è il “Rituale”. Per trasmettere un significato emotivo a un’azione, scandire il ritmo di iter temporali, dare corpo ai passaggi, strutturare la quotidianità, disciplinare gli eventi e semplificare la comunicazione tra gli individui. Il pubblico gusta l’aperitivo servito nell’originale quanto suggestivo spazio adattato site specific, nel quale un compito “Cerimoniere” comunica, con un Prologo, le direttive da seguire. Gli spettatori, accompagnati nell’area ristorante con tavoli scenograficamente apparecchiati, prendono posto ritrovandosi (anche) con temporanei sconosciuti. Il banchetto conviviale confluisce in uno scambio di interazioni reciproche durante il quale gli indissolubili partners si lasciano andare a sconcertanti rivelazioni sugli equilibri disfunzionali del loro rapporto. Una busta ai tavoli trasforma la cena in una meta interazione, durante la quale i vari componenti dei tavoli avranno un bel da fare per dipanare l’intricata matassa che imbriglia i personaggi della storia appena ascoltata. Un grande abbraccio collettivo con premiazione e foto di gruppo conclude la serata!